Password dimenticata?
 

Ultime comunicazioni dalla Segreteria

  • 04/11/2013 Aggiornamento su disponibilità iscrizioni per categoria accreditata

    L’accesso è garantito in misura proporzionale a tutte le categorie accreditate (medici specialisti in anestesia e rianimazione, chirurgia generale, infermieri, farmacisti ospedalieri). All’approssimarsi del limite fissato per ogni categoria, sarà visualizzato qui accanto nel box "Informazioni" il numero degli accessi ancora disponibili.

  • 16/09/2013 Benvenuti al nuovo corso on-line della serie "Roadmap in Anestesia"

    Il corso è gratuito ed è accreditato per 4 crediti formativi ECM. Il tempo stimato per seguire l'intero corso è di circa 4 ore.

Razionale scientifico

L'Anestesia, a differenza della maggior parte delle specialità mediche e chirurgiche, è una disciplina nella quale possono verificarsi con relativa facilità eventi critici. La ragione di questo sta nel fatto che il contesto in cui l'atto anestesiologico si compie è dinamico e complesso.

La situazione clinica del paziente si modifica, infatti, momento per momento e l'ambiente di lavoro è ad alto livello tecnologico. Queste caratteristiche avvicinano il processo decisionale dell'Anestesista a quello dei piloti di aerei o dei gestori di impianti nucleari. Per sua natura, quindi, l'Anestesia ha a che fare con eventi critici. La gestione di tali eventi non implica solo un adeguato bagaglio di conoscenze mediche, ma anche la capacità di padroneggiare con sicurezza le situazioni di crisi. Per migliorare la Sicurezza in Anestesia possono essere attuate delle strategie che agiscono su vari parametri:

  1. interventi educativi: aumentare le conoscenze e favorire l'aggiornamento dell'intero staff anche utilizzando le tecniche della simulazione on-site, eseguire una revisione periodica di tutti gli incidenti segnalati;
  2. interventi strutturali: fornire un adeguato numero di apparecchiature biomediche, adottare misure per controllare l'equipaggiamento prima dell'uso, svolgere puntualmente la manutenzione ordinaria;
  3. interventi organizzativi: revisionare le regole di lavoro per ridurre la fretta e lo stress;
  4. interventi di supervisione: assicurare una supervisione ed un aiuto ulteriore quando è necessario, assicurare una valutazione completa dei pazienti prima degli interventi chirurgici;
  5. introduzione di protocolli: formulare protocolli per i compiti ripetitivi, per il monitoraggio dei pazienti e per il loro trasporto, implementare l'uso delle check-lists in sala operatoria

Tutti questi interventi hanno come fine quello di diffondere la cultura della sicurezza per ridurre al minimo non solo gli eventi critici, ma anche il loro impatto sul paziente.

Un caso emblematico di quanto sopra riportato riguarda l'utilizzo dei curari in anestesia. Pur indispensabili questi farmaci sono associati a eventi avversi come reazioni allergiche o possono essere responsabili di comorbidità nel postoperatorio se utilizzati in modo inappropriato (vedi fenomeno della curarizzazione residua, Postoperative Residual Curarization). In questo contesto l'introduzione del Sugammadex, che permette una rapida risoluzione del blocco neuromuscolare, è stata una rivoluzione. Il farmaco infatti possiede caratteristiche di efficacia e sicurezza non paragonabili ai classici reversal ed il suo impiego aumenta i margini di sicurezza del paziente in un'ampia gamma di condizioni cliniche (intubazione difficile, miopatie etc..).

Informazioni

Codice ECM: 38-68896

Numero crediti ECM: 4
I crediti ECM saranno ottenibili una volta completato il 100% del corso e risposto correttamente al 75% delle domande contenute nel questionario di verifica apprendimento

Periodo: on-line fino al 30/09/2014

Destinatari: medico chirurgo specialista in anestesia e rianimazione, chirurgia generale, farmacista ospedaliero, infermiere

Il corso è chiuso.
Non sono possibili nuove registrazioni, mentre i corsisti precedentemente registrati possono ancora accedere alle lezioni.

Con il contributo educazionale di: